Area logico-matematica

Mappa Le parole della matematica

Questa breve mappa dedicata alle "parole della matematica" è pensata per rispondere alla necessità di alcuni bambini con difficoltà specifiche nel calcolo, di ricordare il significato dei segni e delle parole dell'aritmetica e, in modo particolare, per rispondere alla difficoltà nel comprendere quando usare una certa operazione nello svolgimento dei problemi.
Quello che per molti bambini è di facile acquisizione diventa un ostacolo per altri, i quali hanno bisogno di fermarsi a riflettere e ricordare sui significati: addizione, sottrazione, moltiplicazione o divisione. Questa mappa è solo un modello a cui possono essere aggiunte altre parole, tutte quelle necessarie o che ritenete utili alla comprensione del bambino.

Strumento di calcolo in cartone

Nella pratica di potenziamento delle abilità di apprendimento del calcolo alcuni bambini hanno grandi difficoltà a contare sia con le dita che con la linea del venti.
Nella sottrazione col prestito succede che viene aggiunto o tolto un numero in più.

Abbiamo così pensato di costruire un ausilio che permettesse maggiore precisione nel conteggio all'indietro.
Lo strumento si presenta con una linea del 18 tridimensionale da stampare ritagliare e assemblare incollandolo su un cartoncino e una finestrella da far scorrere nel senso della freccia.

Figure geometriche

I solidi qui proposti sono tutti generati partendo dal cerchio.
Nella geometria, il cerchio, è l'unica figura che consente la costruzione ed il disegno di qualsiasi altra figura geometrica regolare.
Pertanto, questa figura piana è presente in ogni modello, sia essa inscritta o circoscritta alla base di ogni solido.
In tutti i modelli da costruire, il cerchio ha sempre un diametro di 5 centimetri; questo consente ad un qualsiasi solido di avere una relazione con tutti gli altri.

Calcolo con barrette di diverse dimensioni

L’errore è alla base del pensiero scientifico e creativo. Lungi dall’essere punito, dovrebbe essere invece occasione di stimolo e crescita del bambino e non solo. Insegnare a partire dall’errore rispetta il bambino nei suoi modi e tempi e favorisce quell’apprendimento significativo di cui Joseph Novak ci ha così ampiamente illustrato l’importanza.

Calcolo con strumenti facilitatori

Il filmato mostra l’uso della Tavola della Divisione ideato da Maria Montessori per l’apprendimento della divisione in bambini piccoli anche con particolari difficoltà di apprendimento nel calcolo.
Presso il C.R.E.D. Di Firenze la “Tavola per la Divisione” è stata usata anche con bambini con deficit cognitivo lieve con buoni risultati. Può essere utilizzata nell’ambito di una “didattica inclusiva” a scuola o in ambito riabilitativo. E’ divertente, ed stata apprezzata particolarmente dai bambini con difficoltà nell’area logica e di calcolo, per la semplicità di uso e la comprensione del concetto di divisione in parti uguali e con resto.

CLICCA QUI