Chiamaci per un appuntamento 055-2625727

Logo del Ministero dell'istruzione

“L’area dello svantaggio scolastico è molto più ampia di quella riferibile esplicitamente alla presenza di deficit. In ogni classe ci sono alunni che presentano una richiesta di speciale attenzione per una varietà di ragioni: svantaggio sociale e culturale, disturbi specifici di apprendimento e/o disturbi evolutivi specifici, difficoltà derivanti dalla non conoscenza della cultura e della lingua italiana perché appartenenti a culture diverse. Nel variegato panorama delle nostre scuole la complessità delle classi diviene sempre più evidente."

Logo del Ministero dell'istruzione

La Legge 8 ottobre 2010, n. 170 è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale del 18 ottobre 2010, n. 244 e definisce le "Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico".

Riportiamo di seguito l'elenco degli articoli che la compongono ed il link al documento pdf sul sito del Ministero dell'Istruzione.

Persona davanti alla lavagnaIl CRED Ausilioteca per favorire le attività di supporto e collaborazione con gli insegnanti e le famiglie di bambini con Difficoltà di Apprendimento e per i quali si richiede un percorso di potenziamento e/o sostegno specifico alla didattica, propone il seguente modulo da compilarsi a firma della/del Dirigente Scolastico.

Logo AID nazionale

Le "Raccomandazioni cliniche sui DSA" e il documento definitivo relativo alla Conferenza di consenso: due importanti documenti che hanno avuto grande risonanza a livello nazionale.

Rappresentano il frutto di lunghi anni di lavoro da parte dei maggiori esperti italiani sulle problematiche cliniche dei Disturbi Specifici di Apprendimento. Le implicazioni operative sono molto rilevanti, in quanto questi documenti...

Logo del Ministero dell'istruzione

«Le Linee guida presentano alcune indicazioni, elaborate sulla base delle più recenti conoscenze scientifiche, per realizzare interventi didattici individualizzati e personalizzati, nonché per utilizzare gli strumenti compensativi e per applicare le misure dispensative.

Esse indicano il livello essenziale delle prestazioni richieste alle istituzioni scolastiche e agli atenei per garantire il diritto allo studio degli alunni e degli studenti con DSA.

pila di libri con cuffie Le attività di recupero individualizzato, le modalità didattiche personalizzate, nonché gli strumenti compensativi e le misure dispensative dovranno essere dalle istituzioni scolastiche esplicitate e formalizzate, al fine di assicurare uno strumento utile alla continuità didattica e alla condivisione con la famiglia delle iniziative intraprese” (Linee guida per il diritto allo studio degli alunni e degli studenti con Disturbi Specifici di Apprendimento).