Chiamaci per un appuntamento 055-2625727

E’ utile la categoria diagnostica?

In termini molto generali si parla di Funzionamento Intellettivo Limite (FIL), usando anche etichette diverse come ‘borderline cognitivo’, ‘funzionamento intellettivo borderline’,  ‘slow learner’ ecc., quando una persona presenta limiti intellettivi e problemi adattivi che, pur non precludendo un inserimento nella vita normale, le rendono difficile rispondere a tutte le richieste della Scuola e dell’ambiente. La ridotta enfasi dei sistemi diagnostici, della corrente pratica clinica  e della stessa ricerca scientifica sul profilo FIL  potrebbe far pensare che una specifica categoria diagnostica possa non essere utile e serva solo a complicare e a moltiplicare le categorie psicopatologiche. In effetti risulta che molti casi FIL ricevono altre diagnosi, per es.  la diagnosi di DSL o DSA, se viene messo l’accento sui problemi di linguaggio o sulle difficoltà scolastiche, o la diagnosi di disabilità intellettiva lieve, se si enfatizza una difficoltà più generale di rispondere alle richieste dell’ambiente. Tuttavia queste diagnosi creano confusione, perché il problema del FIL non presenta il carattere di selettività  tipico dei disturbi specifici, né la gravità e la richiesta di un supporto costante tipica delle disabilità intellettive. Ma vi sono anche numerosi casi in cui il soggetto con profilo FIL non viene nemmeno preso clinicamente in considerazione [..]

Scarica l'articolo completo