Chiamaci per un appuntamento 055-2625727

Strumenti per la didattica

Nel presente lavoro Annalisa Sacco (Tirocinante c/o CRED Ausilioteca, Master di 1°livello Scienza della Formazione UNIFI) ha semplificato due favole di Esopo, dal libro “Favole di Esopo” edito da Edizioni EL, associando alle parole del testo delle immagini che ne traducessero il significato e lo rendessero leggibile nel linguaggio iconografico.
Le immagini sono state incorniciate con diversi colori in base alla funzione che hanno nel testo per favorirne il riconoscimento: i personaggi hanno la cornice verde, le azioni rossa, i tempi viola, i luoghi blu, le qualità gialla, i sostantivi azzurra, mentre per i nessi logici abbiamo pensato di non mettere una cornice colorata.

Proponiamo un breve elenco di testi e strumenti operativi utili per il consolidamento delle abilità di base rivolte agli alunni del primo anno della scuola primaria.
Proponiamo un breve elenco di testi e strumenti operativi utili per il consolidamento delle abilità di base rivolte agli alunni del primo anno della scuola primaria
. I materiali menzionati contengono attività da svolgere in classe, a casa individualmente o con il supporto di operatori dedicati.
I volumi sono disponibili per il prestito e consultabili presso CRED Ausilioteca.
Elenco dei materiali per le attivita di recupero (83.43 kB)

L'Analisi Metafonologica é la capacità di percepire e riconoscere per via uditiva i fonemi che compongono le parole del linguaggio parlato, operando con gli stessi adeguate trasformazioni.
Sono unità sulle quali sono organizzati i sistemi di scrittura alfabetica e possiamo distinguerli in due differenti tipi di consapevolezza:
 - Globale: riconoscimento e produzione rime, segmentazione sillabica di parole, fusione sillabica, identificazione della sillaba iniziale, finale e intermedia;
 - Analitica: segmentazione fonemica, fusione fonemica, identificazione del fonema iniziale, finale e intermedio, manipolazione dei suoni (elisione, aggiunta, sostituzione).

I Quaderni della "Pantera", di "Wile" e "Charlie" sono stati pensati per il miglioramento del tratto grafico in bambini con difficoltà di grafia.
Le diverse larghezze del rigo permettono un controllo graduale del tratto grafico riducendolo man mano fino ad arrivare alla misura scelta dal bambino nelle righe del quaderno di Wile.
Le bande colorate hanno lo scopo di agevolare la coordinazione visuo-motoria e il controllo del margine di scrittura. La presenza di immagini diverse per ogni pagina sollecita simpaticamente il bambino a svolgere esercitazioni che a volte potrebbero risultare poco stimolanti. Le figure degli amici dei cartoons accompagnano il bambino in un percorso graduale verso il rigo unico quasi come un gioco.

Le Schede di Osservazione proposte, sono schede di osservazione didattica, pensate per gli insegnanti i cui bambini frequentano il CRED, per una più puntuale osservazione e comunicazione sulle difficoltà di apprendimento degli stessi.
Le Schede di Osservazione proposte, sono schede di osservazione didattica, pensate per gli insegnanti i cui bambini frequentano il CRED, per una più puntuale osservazione e comunicazione sulle difficoltà di apprendimento degli stessi. Possono essere utilizzate sia in concomitanza della presentazione del bambino al servizio di Potenziamento delle Abilità Didattiche del CRED, sia successivamente, se richiesto. Non costituiscono in alcun modo schede di osservazione con valenza diagnostica ma solo e unicamente con carattere conoscitivo delle difficoltà maggiormente manifestate dal bambino.

Proponiamo 3 file realizzati con Power Point pensati per facilitare l’esposizione orale di un bambino con o senza difficoltà specifiche nella produzione di un testo relativamente un racconto scritto, un avvenimento storico e un esperimento scientifico.
La struttura interna dei file è organizzata in domande successive che accompagnano il bambino nella costruzione di un discorso in fasi temporali e consequenziali logiche fino a condurlo alla fase conclusiva nel quale esprimere il proprio punto di vista relativamente all’argomento trattato.

Questa breve mappa dedicata alle "parole della matematica" è pensata per rispondere alla necessità di alcuni bambini con difficoltà specifiche nel calcolo, di ricordare il significato dei segni e delle parole dell'aritmetica e, in modo particolare, per rispondere alla difficoltà nel comprendere quando usare una certa operazione nello svolgimento dei problemi.
Quello che per molti bambini è di facile acquisizione diventa un ostacolo per altri, i quali hanno bisogno di fermarsi a riflettere e ricordare sui significati: addizione, sottrazione, moltiplicazione o divisione. Questa mappa è solo un modello a cui possono essere aggiunte altre parole, tutte quelle necessarie o che ritenete utili alla comprensione del bambino.

Nella pratica di potenziamento delle abilità di apprendimento del calcolo alcuni bambini hanno grandi difficoltà a contare sia con le dita che con la linea del venti.
Nella sottrazione col prestito succede che viene aggiunto o tolto un numero in più.

Abbiamo così pensato di costruire un ausilio che permettesse maggiore precisione nel conteggio all'indietro.
Lo strumento si presenta con una linea del 18 tridimensionale da stampare ritagliare e assemblare incollandolo su un cartoncino e una finestrella da far scorrere nel senso della freccia.

Un gioco per potenziare l'abilità di riconoscimento visivo e per il calcolo a mente in bambini della prima classe della scuola primaria o per bambini con difficoltà specifiche.
Per giocare a questo gioco è meglio se si è in gruppo ma si può giocare anche da soli per velocizzare la propria abilità di calcolare a mente.
Lo si può giocare a scuola o in famiglia con i genitori.
Occorrono uno o due dadi e la stampa di una griglia per giocatore.

Si lancia i/il dadi/o e l'obiettivo è quello di riconoscere rapidamente quanti puntini ci sono sulla faccia in evidenza del dado e cancellare il numero corrispondente sulla griglia dei numeri del giocatore di turno.

Quella che segue è una selezione di video-lezioni utili per il ripasso della matematica rivolta a studenti della scuola secondaria di primo e secondo grado che spesso hanno la necessità di consolidare alcune spiegazioni ricevute in classe.

La modalità video può risultare una forma facilitante per i ragazzi di questa età, specialmente quando a casa da soli hanno maggiori difficoltà nel mantenere l’attenzione.

I solidi qui proposti sono tutti generati partendo dal cerchio.
Nella geometria, il cerchio, è l'unica figura che consente la costruzione ed il disegno di qualsiasi altra figura geometrica regolare.
Pertanto, questa figura piana è presente in ogni modello, sia essa inscritta o circoscritta alla base di ogni solido.
In tutti i modelli da costruire, il cerchio ha sempre un diametro di 5 centimetri; questo consente ad un qualsiasi solido di avere una relazione con tutti gli altri.