Chiamaci per un appuntamento 055-2625727

Strumenti per la didattica

I solidi qui proposti sono tutti generati partendo dal cerchio.
Nella geometria, il cerchio, è l'unica figura che consente la costruzione ed il disegno di qualsiasi altra figura geometrica regolare.
Pertanto, questa figura piana è presente in ogni modello, sia essa inscritta o circoscritta alla base di ogni solido.
In tutti i modelli da costruire, il cerchio ha sempre un diametro di 5 centimetri; questo consente ad un qualsiasi solido di avere una relazione con tutti gli altri.

Una semplice tabella da stampare, adattata dal materiale Montessoriano che, nella duplice versione di "tabella modello" e "tabella vuota da riempire", consente di lavorare sulle tabelline, sui divisori e sulle divisioni a una cifra. Può rivelarsi anche un ottimo strumento "compensativo" durante lo svolgimento di attività più complesse.

Per scaricare la tabella in formato .pdf Clicca qui

L’errore è alla base del pensiero scientifico e creativo. Lungi dall’essere punito, dovrebbe essere invece occasione di stimolo e crescita del bambino e non solo. Insegnare a partire dall’errore rispetta il bambino nei suoi modi e tempi e favorisce quell’apprendimento significativo di cui Joseph Novak ci ha così ampiamente illustrato l’importanza.

Il filmato mostra l’uso della Tavola della Divisione ideato da Maria Montessori per l’apprendimento della divisione in bambini piccoli anche con particolari difficoltà di apprendimento nel calcolo.
Presso il C.R.E.D. Di Firenze la “Tavola per la Divisione” è stata usata anche con bambini con deficit cognitivo lieve con buoni risultati. Può essere utilizzata nell’ambito di una “didattica inclusiva” a scuola o in ambito riabilitativo. E’ divertente, ed stata apprezzata particolarmente dai bambini con difficoltà nell’area logica e di calcolo, per la semplicità di uso e la comprensione del concetto di divisione in parti uguali e con resto.

CLICCA QUI

Le Schede di Osservazione proposte, sono schede di osservazione didattica, pensate per gli insegnanti i cui bambini frequentano il CRED, per una più puntuale osservazione e comunicazione sulle difficoltà di apprendimento degli stessi.

Le difficoltà di apprendimento nelle abilità del calcolo si palesano “nella organizzazione della cognizione numerica e nella procedura esecutiva del calcolo”. Quantificazione, comparazione, strategie di calcolo a mente o scritto, incolonnamento e altro ancora, sono solo alcune delle difficoltà cui va in contro il bambino con difficoltà specifiche nel calcolo e per le quali è suggerito l'uso di ausili didattici.

Lo schema, pensato per facilitare la risoluzione dei problemi, fornisce un percorso guidato che suddivide in fasi i passi da compiere per il corretto svolgimento dei problemi matematici.

Lo schema, pensato per facilitare la risoluzione dei problemi, fornisce un percorso guidato che suddivide in fasi i passi da compiere per il corretto svolgimento dei problemi matematici.